La Camera di Commercio Riviere di Liguria segnala che alcune aziende stanno ricevendo bollettini ingannevoli inviati per posta ordinari o posta elettronica.
“Spesso vengono spediti alle imprese bollettini ingannevoli, con frasi che richiamano l’obbligo di pagare quanto richiesto in quanto imprese iscritte alla Camera di Commercio (es.: “casellario unico telematico imprese”, “rilascio certificato di adesione con codice di attribuzione”, “proposta di inclusione nell’elenco delle ditte”, “iscrizione al portale”, “riservato alle ditte iscritte a camera di commercio, industria, agricoltura ed artigianato (cciaa)”, “rilascio certificato di adesione con codice di attribuzione”, etc)..” annunciano in un comunicato stampa sul proprio profilo Instagram.

Sono stati di recente segnalati anche casi di telefonate sempre in merito a proposte commerciali avanzate da soggetti che nulla hanno a che fare con la Camera di Commercio.

L’Ente invita le imprese a valutare le proposte commerciali in questione tenendo presente che riguardano servizi commerciali non obbligatori, che non hanno alcun collegamento con gli adempimenti cui le imprese sono tenute, per legge, nei confronti del Registro delle Imprese e della Camera di Commercio.

Per approfondire: http://www.rivlig.camcom.gov.it/IT/Page/t02/view_html?idp=1805

iscriviti alla newsletter

Per ricevere periodicamente gli aggiornamenti importanti da Flornews Liguria

Con l'iscrizione alla newsletter si accetta che il proprio indirizzo email venga automaticamente inserito in una lista di contatti a cui potranno essere trasmessi messaggi email relativi a Flornews Liguria, al Distretto Florovivaistico della Liguria e al mondo della floricoltura. L'ente regionale che utilizzerà i dati raccolti è esclusivamente il Distretto Florovivaistico della Liguria (proprietario di Flornews Liguria). I dati non verranno trasmessi o condivisi con terzi.

Notizie correlate