Filiera Ingauna Delle Piante In Vaso (Mis.16.04, Psr2014-2020): Strategia Di Approccio E Di Sviluppo Dell’accordo Di Filiera

Un ampio partenariato in cui il capofila è il Centro di Sperimentazione e Assistenza Agricola sta sviluppando
un progetto di filiera per l’area ingauna, finalizzato alla valorizzazione dei prodotti florovivaistici in vaso, attraverso in accordo di filiera che riunisca tutti gli attori della stessa.

L’accordo di filiera si pone come scopo l’applicazione di una strategia coordinata di valorizzazione del prodotto florovivaistico ingauno, attraverso il raggiungimento dei seguenti risultati generali:

  1. aumentare il valore del prodotto per il cliente;
  2. aumentare la soddisfazione e la fedeltà del cliente;
  3. rinnovare il successo del business nel tempo;
  4. aumentare il fatturato e la quota di mercato.
  1. Tale strategia di valorizzazione si sta sviluppando attraverso il completamento di due fasi o obiettivi.
     Obiettivi di breve periodo: garantire la redditività e la sostenibilità della produzione delle aromatiche allevate in vasi diametro 13-14 cm.
     Obiettivi di lungo periodo: garantire la redditività di tutte le produzioni florovivaistiche

Gli interventi previsti dal presente accordo risultano così individuati:

  1. applicare il prezzo minimo consigliato delle piante di rosmarino cat. extra in vaso di diametro 13-14 cm;
  2. definire i costi di produzione di alcuni, principali, prodotti florovivaistici in vaso su cui basare la strategia di prezzo;
  3. stabilire su quali innovazioni di mercato puntare.
    a. Sicurezza alimentare: riduzione del numero e del quantitativo dei residui dei prodotti fitosanitari nelle produzioni di piante aromatiche;
    b. Sostenibilità ambientale: riduzione dell’uso delle plastiche di sintesi nel florovivaismo, con particolare riguardo all’uso di bioplastiche biodegradabili/compostabili;
    c. Tracciabilità: dimostrazione e tracciatura al cliente finale del ciclo di lavorazione.
  4. Stabilire le politiche di valorizzazione connesse con l’innovazione di prodotto:
    a) comunicare il valore alla clientela;
    b) definire il prezzo incrementale per i prodotti più innovativi;
    c) confrontarsi con Regione Liguria per gli investimenti sui temi della sostenibilità ambientale.