Sabato 25 e domenica 26 marzo Sanremoinfiore, omaggio a Italo Calvino

Organizzato da Comune di Sanremo e Camera di Commercio Riviere di Liguria, prevede anche una puntata speciale di Linea Verde domenica 23 aprile su Rai 1.

Sanremoinfiore
Sanremoinfiore

Il fiore torna protagonista sabato 25 e domenica 26 marzo in un week-end dove floricoltura, turismo e cultura rendono omaggio a Italo Calvino nel centenario della nascita: Sanremoinfiore, omaggio a Italo Calvino” – questo il titolo della manifestazione – avrà una veste nuova, offrendosi come un inedito percorso in città tra installazioni, esposizioni e infiorate.

Organizzato da Comune di Sanremo e Camera di Commercio Riviere di Liguria, con la collaborazione di The Mall, prevede una puntata di Linea Verde in programma per domenica 23 aprile su Rai 1 e che darà molta visibilità al nostro territorio e alle nostre tipicità.

Il punto di partenza di Sanremoinfiore, omaggio a Italo Calvino sarà in piazza Colombo con un grande installazione dedicata al Barone Rampante di Calvino, che inizierà a prendere vita a partire da giovedì portandoci nel magico mondo dello scrittore (a cura del Distretto Florovaistico del Ponente Ligure).

Da piazza Colombo ci si sposterà in piazza Borea d’Olmo per ammirare l’esposizione delle Fiat 500 d’epoca (Fiat 500 Club Italia) appositamente infiorate a cura del Mercato dei Fiori: saranno presenti anche diversi comuni tra i partecipanti dell’ultima edizione di “Sanremoinfiore” con le tipicità del proprio territorio.

Il viaggio continuerà in piazza Cassini dove si troverà un’altra installazione dedicata a Calvino e, più precisamente, al racconto “Un bastimento carico di granchi” (a cura dell’associazione U Descu Spiaretè di Ospedaletti), per poi proseguire in piazza dei Dolori, piazza San Siro, via Corradi, al Casinò (di fronte) e dalla fontana dello Zampillo dove sarà possibile ammirare le installazioni a cura del Distretto Florovivaistico del Ponente Ligure.

Il Forte di Santa Tecla ci stupirà con il portone dell’ingresso fiorito a cui faranno da contorno, sulla scalinata d’accesso, due grandi alberi di ulivo centenari, simbolo della nostra terra. Superato il portone, il visitatore potrà ammirare l’installazione composta da piante di varie altezze e dimensioni, con altri inserimenti fioriti: verrà così creato una sorta di corridoio che introdurrà alla sala centrale dove la Proloco di Taggia, con le proprie infioratrici, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Sanremo, realizzerà una splendida infiorata dedicata al “Barone Rampante”: alzando la testa, si potrà apprezzare un’installazione aerea composta da 5 grandi cerchi infiorati. Saranno poi presenti installazioni di piante e fiori nel locale dell’ex cisterna, una proiezione non stop di edizioni del Corso Fiorito e un allestimento storico-didattico (a cura di Sanremo On con la collaborazione dell’Istituto Agrario Ruffini).

Porto Vecchio, invece, il visitatore sarà accolto da un’affasciante ringhiera fiorita che farà da cornice al caratteristico porto (a cura di Confartigianato), mentre i negozi e gli esercizi commerciali del centro cittadino si vestiranno a festa con le vetrine in fiore (a cura di Federfiori).

I fiori dei vari allestimenti saranno forniti dal Mercato dei Fiori di Sanremo, sempre più protagonista nella valorizzazione di quest’eccellenza.

Anche The Mall realizzerà installazioni fiorite, offrendo così ai visitatori eleganti proposte a tema.

Sabato 25 marzo, inoltre, si potranno visitare il Crea (corso Inglesi, 508 Sanremo) e l’Istituto Regionale della Floricoltura (via Carducci, 12, Sanremo) dalle ore 10 alle 12 (a breve sarà pubblicato sul sito del comune di Sanremo www.comunedisanremo.it e su www.sanremoliveandlove.it il link per la prenotazione)

Sempre sabato 25 marzo, grazie alla disponibilità di alcune aziende floricole del nostro territorio si potranno visitare: l’azienda Boeri a Taggia (Fasce Langhe, 70 Taggia), Ag Sanremo (via Armea 162, Sanremo) e Florcoop (Reg. San Bartolomeo, Via Ludovico Ariosto, 6) dalle ore 10 alle 12 (a breve sarà pubblicato sul sito del comune di Sanremo www.comunedisanremo.it e su www.sanremoliveandlove.it il link per la prenotazione).

Ma non è tutto: ai clienti che soggiorneranno nella nostra città nel week-end del 25 e 26 marzo, verrà consegnato il souvenir “Sole di Sanremo” in tema con l’evento. ovvero una piantina coltivata nelle nostre colline dall’azienda agricola AG di Sanremo (grazie a Confesercenti Assohotel).

«È un evento importante – dichiara l’assessore Giuseppe Faraldi (turismo) – realizzato in sinergia con gli assessorati alla floricoltura e alla cultura, per esaltare al meglio la bellezza e l’importanza del fiore in una due giorni dedicata. Sanremo è la Città dei Fiori”, brand conosciuto a livello internazionale, perché universalmente nota per la produzione floricola. Dunque quest’eccellenza diventa vera e propria offerta turistica».

«A Sanremoinfiore, omaggio a Italo Calvino – aggiunge l’assessore Sara Tonegutti (floricoltura) – hanno collaborato le associazioni di categoria e diverse maestranze locali, segno tangibile di quanto questa manifestazione sia fondamentale per valorizzare le nostre eccellenze floricoleRingrazio il Mercato dei Fiori per la disponibilità e collaborazione nella fornitura dei fiori, tutti i comuni che hanno aderito alla manifestazione e, in particolare, i comuni di Taggia e Ospedaletti per il grande supporto fornito tramite le loro associazioni, la Proloco di Taggia con le infioratici e l’associazione U Descu Spiaretè di Ospedaletti».

«Abbiamo voluto cogliere l’occasione di questa due giorni dedicata al fiore – conclude l’assessore Silvana Ormea (cultura) – per ricordare ancora una volta Italo Calvino, di cui ricorre il centenario della nascita. Dopo l’inaugurazione del percorso calviniano delle scorse settimane, la nostra città torna ad omaggiare uno dei suoi scrittori più illustri con queste nuove proposte».

«Siamo molto contenti di collaborare attivamente all’organizzazione di questa manifestazione – chiosa il presidente del Distretto Florovivaistico Luca De Michelis – la famiglia Calvino ha importantissimi legami con la storia della floricoltura».

About Post Author