Pubblicata la Relazione Annuale di Attivazione relativa al PSR Liguria

che prende in esame l'annata 2020

E’ stato pubblicato il Rapporto Annuale di Attuazione  (RAA 2021) riferito all’attuazione nel 2020 del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Liguria. Il documento, approvato dal Comitato di Sorveglianza ed esaminato dalla Commissione Europea, contiene informazioni chiave sull’attuazione del PSR Liguria.

L’anno 2020, per la società e l’economia mondiale, è stato caratterizzato dalle problematiche legate alla pandemia da COVID19, fattore che ha influito anche sull’attuazione del PSR, creando un forte rallentamento di spesa soprattutto per quanto riguarda le misure “strutturali”, rappresentanti circa l’88% delle misure del PSR Liguria, e generando una mancanza di presentazione di domande di pagamento che ha messo a serio rischio il superamento della soglia di performance.

Nonostante le problematiche, la Regione Liguria è riuscita a raggiungere e superare l’obiettivo di spesa fissato dal programma al 31/12/2020 e ha effettuato pagamenti per più di 162 milioni di euro, con un tasso di esecuzione finanziaria che ha superato il 50% della disponibilità programmatoria.
I pagamenti effettuati sulla programmazione 2014/2020 interessano principalmente le misure che:

  • potenziano la redditività e la competitività dell’agricoltura e la promozione di tecnologie innovative nelle aziende agricole (priorità 2, circa il 35% delle spese sostenute);
  • preservano, ripristinano e valorizzano gli ecosistemi dell’agricoltura (priorità 4, circa il 30% delle spese sostenute).

Durante questa difficile annata, inoltre, i governi nazionali e l’UE hanno attivato un piano di azioni al fine di mobilitare liquidità a sostegno di famiglie, cittadini, lavoratori e imprese. Nello specifico del PSR Liguria è stata introdotta [articolo 39 ter del regolamento (UE) n.1305/2013] la misura M.21, temporanea ed eccezionale, per consentire agli Stati membri di sostenere agricoltori e PMI attivi nella trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo di prodotti agricoli particolarmente colpiti dalla crisi COVID19.